Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > Nasce il Protocollo di intesa Safe&Free

Nasce il Protocollo di intesa Safe&Free

08.04.2024

 

Protocollo di intesa "Safe&Free, sicurezza in strada e nello sport, oltre le diversitÓ"

 

Siglato l’accordo tra ACI Frosinone, Provincia, Comune capoluogo, Ufficio scolastico e Asl Frosinone per cinque anni di attivitÓ a tappeto per studenti, giovani, enti locali ed associazioni.

 

 

Il benvenuto Ŕ stato dato dal Prefetto di Frosinone, Ernesto Liguori, affiancato dal presidente ACI Frosinone, Maurizio Federico e gli altri rappresentanti delle istituzioni firmatarie: il vice presidente della Provincia, Enrico Pittiglio, l’assessore alla polizia locale della CittÓ di Frosinone, Maria Rosaria Rotondi, la referente progettuale dell’Ufficio scolastico provinciale, Flavia Colonna e il direttore del dipartimento prevenzione della Asl ciociara, Giancarlo Pizzutelli.

Il Dr. Liguori ha spiegato la nascita di questa idea nel tavolo permanente per la sicurezza stradale convocato a settembre scorso, a seguito di gravi incidenti stradali sulle strade ciociare. In quell’occasione ACI si Ŕ posta come capofila, coinvolgendo immediatamente l’Ufficio scolastico provinciale e, via via, gli altri enti. Il Prefetto ha ribadito come la lotta agli incidenti stradali e alle loro conseguenze, che siano fisiche su morti e feriti, ma anche come costi sociali, Ŕ uno degli obiettivi principali dello Stato e deve esserlo anche per le istituzioni che, ciascuna nel proprio ambito, hanno competenza in materia. Il Dr. Liguori ha ringraziato ACI e gli altri enti per questo impegno pluriennale e per aver accolto le indicazioni del tavolo permanente sulle sicurezza stradale auspicando l’avvio di attivitÓ quanto prima.

Gli ha fatto eco il presidente Federico per Aci, che ha annunciato un piano di attivitÓ di vario genere, lezioni in aula, test drive su pista, eventi pubblici, che verranno offerti a stretto giro a studenti di tutte le scuole che ne faranno richiesta, agli enti locali, alle associazioni del terzo settore. Uno dei format giÓ testato in un Liceo con il Comune di Anagni, infatti, Ŕ riferito proprio alle persone con disabilitÓ cognitive o fisiche (con la fondazione Gaia von Freymann e SuperAbile Project).

Il vice presidente della Provincia Pittiglio, l’assessore comunale Rotondi, la referente dell’ufficio scolastico Colonna e il direttore di dipartimento Pizzutelli per la ASL, hanno sottolineato le proprie aree di intervento sulle materie della sicurezza stradale e messo a disposizione del Protocollo le proprie strutture e competenze.

In prima fila tutti i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, dal Questore Domenico Condello ai Carabinieri (comandante provinciale Col. Mattioli), Guardia di Finanza (Ten. Col. Morelli, comandante nucleo polizia finanziaria), Vigili del Fuoco (comandante provinciale arch. Rilievi), Polizia provinciale (comandante Vona) e diversi comandi di polizia locale, come Frosinone (Vice comandante Tofani) e Alatri (comandante Bucciarelli).

Sempre in prima fila, la squadra Aci al completo con la direttrice dell’Automobile Club provinciale Celestina Arduini, la collega dell’UT ACI Sandra Pagani, il consigliere direttivo Vincenzo Bucciarelli. Presenti in sala anche i rappresentanti di alcuni Comuni che giÓ collaborano con Aci mediante il progetto Safety Drive School, Anagni e Boville su tutti, le scuole con una rappresentanza di dirigenti scolastici che saranno, poi, il fulcro delle attivitÓ e le associazioni Anche noi Frosinone, Anffas Fiuggi e Valerionelcuore.

A fine conferenza hanno preso parola i referenti della ASD che assieme ad Aci ha fondato la scuola di guida sicura SafetyDriveSchool, Tonino Di Cosimo e Angelo Carlo Veneziano che hanno plaudito al risultato a cui le strutture lavorano da anni. Parole di ringraziamento anche dall’Associazione Anche Noi Frosinone e dall’assessore De Lellis del comune di Anagni.

A chiusura, i ringraziamenti da parte del responsabile comunicazione Andrea Tagliaferri, che ha moderato l’incontro, rivolti ai referenti dei singoli enti che, a livello operativo, assieme alla direttrice Celestina Arduini, hanno contribuito alla nascita del Protocollo, ovvero l’ex consigliere provinciale Pizzuti, l’assessore Sementilli e Alessia Masi del comune capoluogo, il dr. Saragosa e le d.sse Naddei e Celani della Asl, oltre alla professoressa Colonna presente tra i relatori.

Entro poche settimane- annunciano i sottoscrittori- verranno annunciati i primi eventi, le cittÓ e le scuole coinvolte e verranno siglati anche accordi specifici di collaborazione con le Forze dell’Ordine.